FANDOM


Colton White
Colton White Gun 1
Nome Colton White
Sesso Maschio
Data di nascita 1864
Età 16
Etnia Meticcio
Occupazione Cowboy, vicesceriffo, cacciatore di taglie, pony express
Abilità Tiratore scelto
Abile nel combattimento corpo a corpo
Esperto fantino
Parenti Ned White, padre adottivo (deceduto)
Dottor Campbell, padre naturale (deceduto)
Madre indiana (deceduta)
Prima apparizione La caccia
Doppiatore Thomas Jane
Colton "Cole" White, nato Campbell, è il protagonista di Gun. Nel corso della trama svolge numerosi lavori, tra cui: cowboy, cacciatore di taglie, vicesceriffo, pony express e cercatore d'oro.

Il personaggioModifica

Aspetto fisicoModifica

Cole è mediamente alto, probabilmente poco meno di un metro e ottanta, ha un fisico aitante seppur non muscoloso, capelli castani con una frangia che copre in parte l'occhio destro e occhi scuri. La sua pelle ha una netta tendenza all'etnia Caucasica, nonostante per metà sia indiano e sebbene suo padre avesse una carnagione piuttosto scura.

VestiarioModifica

Colton indiano

Cole veste i panni degli indiani Piedi Neri.

Colton indossa diversi abiti durante lo svolgersi della trama. Il suo indumento principale è un completo marrone chiaro in parte a frange, simile a quello tipico dei trapper e di suo padre Ned White, contornato da vari accessori, tra cui un cappello tipo stetson, stivali scuri e cinturone con incluse le relative armi. A partire dalla missione La Mano Rossa, inizia ad indossare un gilet scuro sopra a una camicia a maniche lunghe di colore marrone chiaro, oltre a pantaloni tipo jeans neri, stivali e cappello. Durante l'assalto al forte di Hollister, Cole porta delle tipiche vesti indiane, compresi mocassini e pantaloni in pelle, oltre ad essere colorato con pitture di guerra dei Piedi Neri. A seguito di questa missione fino alla fine della modalità storia e oltre, il pistolero ritorna ad indossare il solito completo da trapper.

CarattereModifica

Cole è un uomo praticamente senza paura, freddo, spietato e vendicativo, stereotipo dei classici eroi del cinema western. Non gli piacciono le ingiustizie, e questo lo dimostra nella missione Legge e ordine, quando intende mandare in prigione Dave Rudabaugh e J. J. Webb perché hanno ucciso senza motivo due innocenti coniugi. Sembra non provare molto interesse verso le donne, dato che vede Jenny solamente come un'amica, nonostante questa tenti a volte di sedurlo, inutilmente.

StoriaModifica

InfanziaModifica

Colton nasce intorno al 1864 in un piccolo villaggio Apache sito in New Mexico, nelle Badlands. Suo padre è il Dottor Campbell, medico che ha deciso di vivere a stretto contatto con i nativi americani, mentre sua madre è un'indiana Apache del villaggio. Cole è dunque a tutti gli effetti un meticcio. Nello stesso anno giunge nella piccola comunità un drappello di soldati Confederati, sotto il comando del Maggiore Thomas Magruder. Questi chiede informazioni circa una croce d'oro che porterebbe alla mitica città di Quivira. Nonostante la reticenza di Campbell, Magruder fa ispezionare la casa del dottore dal soldato Clay Allison, uccidendo nel frattempo un Apache del villaggio che lo aveva maledetto. Anche il medico reagisce alla violenza del Maggiore, ma viene a sua volta eliminato. Davanti a tanto sangue ingiustificato, Ned White, guida del gruppo di Confederati, affronta Magruder, che per tutta risposta gli spara, credendo di averlo ucciso. Intanto Clay è uscito dalla casa di Campbell con la croce in mano, lanciandola al suo comandante. La moglie del dottore (e madre di Colton), però, spara con un fucile all'occhio sinistro del Maggiore. Scoppia così un massacro da parte dei soldati, che termina con l'elimazione di quasi tutti gli abitanti del villaggio.

Unico sopravvissuto è il giovane Molte Ferite, al quale era stato affidato Colton ancora in fasce prima dell'inizio della sparatoria. L'indiano decide di lasciare il bambino a Ned White, in realtà ancora vivo.
Colton e Ned a caccia

Colton e Ned a caccia.

Dal 1864 al 1880Modifica

Colton passa quasi vent'anni della sua vita insieme a Ned White, che lo cresce come se fosse suo figlio, non rivelandogli la verità sulla sua nascita. Per tutto questo tempo, Cole passa la sua esistenza cacciando in compagnia del padre adottivo nei territori del Montana, rifornendo così di carne i battelli che navigano il fiume Missouri.

La cacciaModifica

Sembra un giorno come tanti altri: Ned sveglia Colton dandogli qualche leggero calcio e insieme partono per andare a caccia, per guadagnarsi la paga. I due abbattono quaglie, alci e lupi arrivati a pretendere la carne raccolta. Alla fine il carniere è quasi pieno, ma succede un imprevisto: un gigantesco orso Grizzly aggredisce Ned alle spalle e gli toglie il suo potente fucile Ferguson. Su indicazione del genitore, Cole raccoglie l'arma e inizia a sparare all'animale, stando bene attento a schivare i suoi attacchi, finché non lo abbatte. A quel punto il ragazzo inizia a scuoiare l'orso, ma intanto è arrivato il battello sul quale i due cacciatori si devono imbarcare.

Massacro al battelloModifica

Ned, Josiah, Cole

Colton (di spalle) sul ponte del Morning Star, insieme a Ned e Josiah.

Dopo aver terminato la quotidiana battuta di caccia, Colton e Ned si imbarcano sul battello Morning Star. Qui Ned incontra una prostituta di nome Sadie, e facendo intendere che già si conoscono, la donna gli mostra un oggetto misterioso all'interno della cassaforte dell'imbarcazione. Al ritorno di Ned, si presenta anche un uomo che dice di essere un predicatore, Josiah Reed, che non fa buona impressione sui due cacciatori. Poco dopo, Reed minaccia Sadie, intimandole di mostrarlgli un fantomatico "oggetto". Al tentativo di fuga della ragazza, il predicatore le pianta un tomahawk nella nuca, dopodiché fa un cenno ad un gruppo di imoboscati. Questi iniziano a sparare sui passeggeri del traghetto e a salirvi. Cole e Ned si prodigano nel tentare di salvare il battello, uccidendo numerosi avversari.

Ad un certo punto, però, le caldaie del Morning Star diventano instabili e prossime all'esplosione. Intuendo l'imminente epilogo, Ned consegna a Colton un gettone dell'Alhambra, un bordello di Dodge City, dicendogli di chiedere di una certa Jenny; inoltre, rivela al ragazzo di non essere il suo vero padre. Ned getta così Cole giù dal battello, mentre egli rimane sul traghetto, continuando stoicamente a lottare contro i banditi; il Morning Star esplode pochi secondi dopo.

Tom l'OnestoModifica

Colton, Tom e complici

Alle spalle di Cole sopraggiungono i complici di Tom l'Onesto.

Alcuni giorni dopo, Colton si risveglia sulla riva del fiume mentre un tale, che si fa chiamare Tom l'Onesto, tenta di rubargli la sacca. Cole chiede qualche informazione a Tom, e poi l'uomo propone al protagonista una serie di sfide, mettendo in palio un suo cavallo. Colton batte Tom nel tiro alla bottiglia e nella corsa a cavallo, ed è sul punto di andarsene con la sua nuova cavalcatura; improvvisamente, arrivano però due uomini, complici di Tom, che si rivela essere un bandito. I tre cercano di far fuori Cole per impossessarsi del suo gettone dell'Alhambra, ma il ragazzo li uccide e si appropria di uno dei loro cavalli, proseguendo la strada verso Dodge.

La Mano RossaModifica

Giunto a Dodge City dopo aver attraversato in traghetto il fiume che separa la città dal territorio dei Piedi Neri, Colton entra nell'Alhambra. Qui domanda al barista di Jenny, che si rivela una prostituta. Sapendo che lo manda Ned, Jenny vorrebbe parlare sola con Cole, ma Rude, membro della banda della Mano Rossa, prende in ostaggio la ragazza. Colton uccide vari membri della gang, poi salva Jenny e infine affronta anche il fratello di Rude, Crudo, intenzionato a vendicarlo. Cole uccide anche lui e salva così il bordello dalla banda.

Killer Veloce al ponteModifica

Lo sceriffo cittadino Pat Denton, notando l'abilità di Cole con le armi, gli offre di aiutarlo a proteggere il ponte in costruzione dai sabotaggi degli Apache ribelli guidati da Killer Veloce. Colton rende sicura la struttura, e poi protegge gli operai cinesi addetti all'edificazione. Il ponte viene completato, ma gli Apache non demordono, tentando con le frecce incendiarie. Cole elimina i restanti indiani e infine affronta anche Killer Veloce, che uccide, ottenendo così il suo tomahawk.

Prostituta in carrozzaModifica

Carrozza prostituta

Colton mentre attraversa un ponte nella zona dei canyon.

Terminato il ponte, è arrivato il momento di raggiungere Empire City. Colton scorta la diligenza, con a bordo Jenny, nella zona dei canyon, eliminando gli Apache che incontra. Ad un certo punto, però, l'uomo con la doppietta viene ucciso e il suo cadavere rompe una ruota del carro. Jenny scende e aiuta Cole a proteggere la carrozza fino a quando non viene riparata la ruota; dopodiché, Colton si mette a cassetta, continuando a proteggere la diligenza. Finalmente, si arriva a Empire. Qui Colton conosce Hoodoo Brown, il sindaco, che gli promette d aiutarlo a rintracciare Josiah Reed.

Legge e ordineModifica

Colton conosce Dave Rudabaugh e John Joshua Webb, attendenti di Hoodoo, e accetta di divenire poliziotto di Empire. Il suo primo incarico è recarsi al locale Taberna Toro per ricercare il membro della Resistenza Jose Chavez y Chavez. Chavez riesce però a fuggire, così Cole e i due vice di Brown lo inseguono fino al ranch Hecht, dove eliminano vari ribelli. Il fuggitivo è di nuovo scappato, ma nella stalla ci sono il ranchero e sua moglie, che, pur essendo disarmati, vengono uccisi da Rudabaugh e Webb. Colton è scandalizzato da ciò, e lo è ancora di più quando scopre che è un ordine di Hoodoo. Il ragazzo, dopo un duro scontro, elimina i due.

Scappa dalla prigioneModifica

Cole ritorna a Empire City, dove cerca di parlare con Hoodoo Brown. Davanti ai suoi occhi, però, Josiah Reed uccide Jenny e il ragazzo viene anche tramortito da Brown. Al suo risveglio si ritrova davanti Thomas Magruder, il quale ordina che venga messo in prigione e poi impiccato. In cella conosce Port, membro della Resistenza, e Viscido Jennings, baro e scassinatore. Insieme fuggono di prigione e, mentre Viscido si dirige a Dodge City, Cole e
Colton in prigione

Colton in prigione.

Port vanno nel covo della Resistenza, dove Colton viene accolto dal capo del gruppo, Clay Allison.

Imboscata al trenoModifica

Come primo incarico, Cole deve partecipare, insieme a Clay e Port, all'assalto ad un treno che trasporta una gatling. Mentre il ragazzo sta posizionando i barilotti di polvere da sparo nella galleria, un ribelle avverte i tre che alcuni uomini di Clay, nel tentativo di bloccare il treno, stanno venendo uccisi. Allison e Colton si precipitano sul luogo, salvando i ribelli, e poi tornano sul posto dell'imboscata, in tempo per far esplodere la galleria. Il mezzo si schianta contro una roccia caduta, così Colton, Port e Clay eliminano gli uomini di Hoodoo sul treno. Liberano anche gli Apache imprigionati su un vagone.

Difendi il covoModifica

Al termine dell'imboscata, Cole ritorna al covo della Resistenza, dove sono in corso festeggiamenti. Qui Clay racconta al ragazzo un episodio della Guerra di Secessione, ossia la spedizione dei Confederati, capitanati da Magruder, ad un villaggio Apache delle Badlands, in cerca della Croce d'Oro. Alla fine della narrazione, gli uomini di Hoodoo Brown vengono avvistati all'imbocco del canyon del Fiume. Cole, insieme ai ribelli, mette in piedi una strenua difesa, riuscendo ad eliminare tutti i subalterni di Brown. Allison è stato però fatto prigioniero.

Elimina HoodooModifica

Per liberare Clay ed eliminare una volta per tutte Hoodoo Brown, Cole si incontra appena fuori da Empire City insieme a Decker, Jones e Port. Il compito di Port è di spingere il cannone, mentre viene coperto da Colton e dai due ribelli. Il giovane pistolero entra nella lavanderia di L.E. e, dai suoi sotterranei, arriva nella cantina dell'Hoodoo's Palace, giusto in tempo per salvare Clay. A questo punto Cole sale al piano di sopra, e, dopo aver fatto fuori vari poliziotti, si scontra con Hoodoo. Il sindaco rivela che Thomas Magruder sta cercando qualcosa nella cassaforte del Morning Star, dopodiché viene eliminato da Colton.

Salva ViscidoModifica

Salva viscido 2

Cole sul ponte di Dodge in Salva Viscido.

Per farsi aprire la cassaforte del Morning Star, Cole decide di rivolgersi allo scassinatoreViscido Jennings, dirigendosi dunque verso Dodge City. All'entrata della città vi è però lo sceriffo Pat Denton, legato e imbavagliato, il quale gli rivela che Viscido sta per essere impiccato per aver barato a carte. Cole e Patrick lo liberano, e poi Colton scappa con Jennings dall'altra parte del fiume utilizzando il traghetto.

Il forte di HollisterModifica

Per arrivare al relitto del Morning Star, Cole e Viscido devono attraversare il territorio dei Piedi Neri; vengono però catturati e imprigionati dagli uomini di Hollister, ex Sergente dell'Unione al soldo di Magruder. Colton e Viscido riescono infine a scappare grazie all'aiuto di tre Piedi Neri, e si rifugiano nel villaggio indiano nelle vicinanze.

Attacca il forteModifica

Insieme al capo Piedi Neri Combatte all'Alba, Cole organizza un attacco al forte di Hollister. Grazie alla sortita di Colton e di alcuni indiani, tra cui lo stesso Combatte all'Alba, i Piedi Neri riescono a penetrare nella struttura, conquistandola.

Scontro al battelloModifica

Colton sfida hollister

Cole affronta Hollister in Scontro al battello.

Hollister, nonostante tutto, è riuscito a fuggire, così Colton, Combatte all'Alba e Viscido lo inseguono in canoa. Lo scontro sarà però tra i soli Cole e Hollister, dato che il capo tribù viene ferito e Viscido si prende cura di lui. Alla fine, Hollister si fa esplodere nel tentativo di portare anche Colton con sé, invano. Poco dopo, Cole e Viscido si trovano in prossimità del relitto del Morning Star, dove vengono attaccati da uomini di Magruder, tutti eliminati dal pistolero. All'apertura della cassaforte, si presenta anche Josiah Reed, che, dopo un arduo scontro, viene buttatto giù da cavallo e ucciso da Colton. I due compagni possono ora appurare che l'oggetto situato nella cassaforte è metà di una Croce d'Oro.

Attraverso le BadlandsModifica

Cole raggiunge Viscido nella gola del Diavolo, dove vengono catturati dagli Apache e condotti dal capo Molte Ferite. L'indiano racconta a Colton la verità sulle sue origini: egli è figlio del dottor Campbell, ucciso durante il massacro al villaggio Apache del 1864 da parte dei Confederati, ed è stato consegnato ancora neonato a Ned White da Molte Ferite. A seguito della scoperta, Molte Ferite, insieme a due guardie del corpo, accompagna Viscido e Cole al pascolo delle Badlands, dove il gruppo viene attaccato da uomini di Magruder, che vengono eliminati. Dopodiché Colton e Viscido si dirigono alla miniera di Magruder.

Sfuggi all'imboscataModifica

Stazionati sull'altura posta di fronte alla miniera di Magruder, i due amici scoprono, grazie alla Croce d'Oro, che Magruder sta scavando nel posto sbagliato per ritrovare Quivira. I riflessi della Croce vengono però veduti dal basso, e una detonazione di cannone provoca la caduta di Viscido dalla montagna e la sua cattura. Così, mentre Cole elimina i vari scagnozzi di Magruder nel discendere il sentiero, Viscido è torturato dal magnate, e alla fine gli rivela l'esatta ubicazione della città d'oro, riuscendo però a fuggire. Colton lo ritrova e lo protegge da Dutchie, guardia del corpo del guercio, e dai suoi uomini, uccidendoli.

La miniera di MagruderModifica

Cole interno miniera

Cole all'interno della miniera.

Preso possesso del Treno Nero, Cole lo dirige contro i cancelli della miniera, sfondandoli. La Resistenza penetra dunque nella struttura, inizando l'attacco. Colton prende possesso di un cannone, sfondando le porte della miniera, e anche i suoi alleati lo seguono. Ad un certo punto, però, dato che la montagna sta diventando sempre più instabile, il ragazzo prende la decisione di proseguire da solo, congedando Clay Allison e i suoi uomini. Dopo aver eliminato altri scagnozzi, Cole si ritrova faccia a faccia con Thomas Magruder, e incomincia con lui un duello all'ultimo sangue tra i sentieri di Quivira. Alla fine, grazie alla dinamite, il pistolero innesca il processo di crollo della miniera, durante la quale muore Magruder, mentre lui fugge con l'aiuto di Molte Ferite. Le ultime parole sono di Cole, dirette all'Apache: "Ora i nostri padri possono riposare in pace".

IncongruenzeModifica

  • Secondo il racconto di Molte Ferite, Cole era ancora un neonato nel 1864, anno della morte dei suoi genitori per mano di Magruder. Ma se la trama di Gun è ambientata nel 1880, Colton dovrebbe avere appena sedici anni, però il pistolero ne dimostra circa venticinque. In più, durante il filmato iniziale della missione Attacca il forte, Cole racconta a Viscido Jennings di come dieci anni prima sia stato attaccato da un puma, e nel flashback appare circa con lo stesso aspetto del 1880, nonostante fosse adolescente o addirittura, secondo le date ufficiale, addirittura un bambino di sei anni.